Compressore

Il compressore d’aria è un elettroutensile composto principalmente da un motore a pistoni e da un serbatoio di accumulo d’aria.

Il suo compito è quello di immagazzinare aria compressa da utilizzare per le operazioni più disparate: gonfiare pneumatici, verniciare, lavare con diversi detergenti (acqua, benzina, gasolio, ...), togliere polvere e sporco dagli oggetti, ... .
Grazie a tanti e particolari utensili pneumatici, è possibile anche tagliare lamiere, forare, sabbiare il metallo, lucidare, smerigliare con piccole mole abrasive e molto altro ancora.

SERBATOIO ARIA

Il serbatoio di un compressore è sicuramente il primo componente che viene preso in considerazione per l’acquisto, infatti maggiore sarà la sua capacità, maggiore sarà la versatilità del compressore stesso.
Nelle caratteristiche di ogni utensile pneumatico, viene riportato anche il consumo d’aria in "litri/minuto" o "litri/secondo", e questo è un parametro fondamentale se si intende utilizzare, ad esempio, un normale trapano pneumatico che può arrivare a consumare anche 500 litri/minuto.
Per rendere meglio l’idea, bisogna immaginare che l’aria richiesta da un utensile pneumatico sia come l’energia richiesta da una batteria (ricaricabile): se la disponibilità di energia è sufficiente a coprire l’utilizzo dell’utensile (fino alla prossima ricarica), il problema non esisterà.
Questo non significa che se vogliamo utilizzare un trapano pneumatico, ci occorre assolutamente un compressore da 500 litri: bisogna valutare per quanto tempo pensiamo di tenere in funzione il trapano ad ogni utilizzo. Se sappiamo che foreremo prevalentemente dei materiali sottili e morbidi, anche un compressore da 100 litri potrebbe bastare, ma esso non sarà più sufficiente nel momento in cui dovremo mettere in funzione l’utensile per maggiori secondi. Non bisogna dimenticare che l’aria è comprimibile, e la sua forza (la pressione) diminuisce man mano che l’utensile viene utilizzato.

MOTORE

La stragrande maggioranza dei compressori utilizza motori elettrici collegati a pistoni lubrificati da olio che hanno il compito di comprimere l’aria e inviarla al serbatoio attraverso delle particolari valvole unidirezionali.
I compressori economici e di piccole dimensioni utilizzano un solo pistone, altri ne utilizzano 2 o 3 disposti in linea (paralleli uno accanto all’altro) o a “V”.
Nel settore industriale le cose possono cambiare, in quanto esistono dei compressori “a vite” che utilizzano due alberi elicoidali che prelevano l’aria a un lato e la spingono dall’altro: in questo modo riescono ad essere molto silenziosi e a comprimere l’aria anche a valori di 13 atmosfere. Esistono poi dei compressori “particolari” che adottano uno o due motori molto grandi ma un serbatoio di piccole dimensioni (50 litri): in questo modo si può avere una portata continua molto alta (anche a 500 litri/minuto) e un ingombro ridotto. In questo caso, il serbatoio ha perlopiù il compito di fornire aria in costante costante, in quanto attenua quelle che sono le alternanti pompate dei motori.

COSTO

Se consideriamo che un compressore è formato da un serbatoio di acciaio, da un motore elettrico, da un gruppo pompante di pistoni e da pochi aggeggi elettrici, quello che va ad incidere maggiormente sul costo finale è l’accoppiata motore-gruppo pompante. Per questo motivo spesso si scelgono compressori che hanno un serbatoio molto grande: in questo modo si ha un costo ridotto, un motore che consuma meno energia di due o di uno molto grosso e veloce da ricaricare il serbatoio, e, in fine, una sufficiente riserva d’aria fino a quando il motore a sarà riuscito a riempire l’intero serbatoio d’aria.
Un esempio che può far capire meglio il rapporto che c’è tra motore e serbatoio e lo scaldabagno elettrico, che è dotato di una serpentina che deve riscaldare un serbatoio d’acqua. In questo caso possiamo avere 2 situazioni:
1) a parità di potenza della serpentina, l’acqua contenuta in un serbatoio da 80 litri impiegherà un tempo maggiore a riscaldarsi rispetto ad uno di 10 litri;
2 a parità di grandezza del serbatoio, una serpentina da 1000 watt impiegherà più tempo a riscaldare l’acqua rispetto ad un’altra da 3000 watt.
Fatte queste considerazioni, la serpentina è come il motore di un compressore, che arrivata a livelli ancora più alti di potenza, sarebbe in grado di riscaldare l’acqua al semplice passaggio di acqua fredda in un serbatoio di solo 1 litro.

I MICRO COMPRESSORI

Soprattutto chi si occupa di aerografie, ha bisogno di compressori molto piccoli, silenziosi e non sviluppino una altissima pressione.
Per questo esistono dei piccolissimi compressori portatili che spesso vengono realizzati utilizzando i motori dei frigoriferi.

IL COMPRESSORE PER LA CASA

Per le normali esigenze di casa, i compressori più idonei sono quelli da 24 e 50 litri, che sono poco ingombranti, leggeri, veloci nel riempimento ed economici nel consumo di energia (circa 1500 watt/ora).
Disponendo di maggiore spazio si può optare anche per un compressore da 100 litri che sicuramente è molto più versatile ma è anche molto più pesante, rumoroso (a meno che non sia un modello silenziato) e consuma circa 2200 watt/ora.
Ti è piaciuto l'articolo? Clicca sul pulsante Mi piace, grazie!

forum bricolage Hai un problema? Chiedi aiuto nel forum di bricolage online .

ARTICOLI IN EVIDENZA

Trapano

Tutte le caratteristiche legate al trapano a batteria ed ai suoi componenti.

Utili consigli per l'acquisto di un trapano: rotazione, regolazione delle velocità, blocco dell'interruttore, astina di profondità, mandrino, percussione e molto altro ancora.

Come è fatto un trapano, in particolare esaminiamo un trapano Bosch PSB 500 RE.

Infine, approfondimenti sul trapano a colonna, su come costruire un supporto a colonna per il proprio trapano e sulle differenti punte per trapano:

SPONSOR

Volete pubblicizzare il vostro negozio online?

Bricolage Online mette a disposizione spazi web per inserire recensioni e/o articoli pubblicitari originali di utensili e attrezzature destinati al mondo del bricolage e del fai da te.

Si valutano anche attività di diversa destinazione merceologica.

Gli interessati possono contattarci senza impegno per ricevere tutte le informazioni che desiderano.