Indice del forum BricolageOnLine.net
Il fai da te per tutti
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 FAQPrivacy e Cookies  ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
rss forum bricolage
Tavolo ad ali a ribalta, le cerniere...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Legno
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
oivluf
Nuovo


Registrato: 18/06/19 17:46
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mar Giu 18, 2019 6:45 pm    Oggetto: Tavolo ad ali a ribalta, le cerniere... Rispondi citando

Vorrei realizzare un tavolino per pozzetto barca sul modello di quello presente sui treni FrecciaRossa e Italo.



Purtroppo sembra quasi impossibile trovare delle cerniere come quelle dei tavolini forniti dalla CIESSE di Firenze alle ferrovie.

la sua caratteristica e' di avere le viti a brucole di fissaggio di testa al laminato, lunghe, di non avere, sia ad ala chiusa che aperta, nessun elemento della cerniera sporgente che possa causare lesioni e ferite.
E' autosostenente in posizione aperto.
Cerniera molto robusta avendo delle ali che in appositi scassi sul laminato lo abbracciano a filo sia sulla superficie superiore che inferiore.
Igienico perché non presenta sul piano utile fori che trattengano lo sporco.

Insomma non esiste nulla di meglio, eppure nessuno la vende!

Sembra che tale eccellente cerniera non sia commercializzata ed in rete non trovo nulla che non sia robaccia o che si possa minimamente avvicinare come progettazione.

Esempi di cerniere in commercio, comuni, banali, inadeguate e che resistono pochi secondi con poche vitine da 15 mm, oltre a poter ferire.
La barca si muove più di un treno...




Ci sono le cerniere a scomparsa che si fissano di testa ma tutte presentano elementi sporgenti lateralmente a tavolino chiuso, non sono a filo del bordo, e che possono ferire malamente in caso si perda l'equilibrio... e in barca si sta in costume....





Avete qualche riferimento...non posso mettermi a smontare i tavolini del treno...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amministratore
Nuovo


Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 361

MessaggioInviato: Mer Giu 19, 2019 12:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Fulvio,
guardando bene la foto che hai postato si possono notare alcune cose che rendono quel tipo di tavolino molto robusto. Innanzitutto il fatto di essere ricavato da una produzione in serie con macchine utensili ha permesso di ottenere un prodotto con pochissimi giochi. Inoltre, anche se in plastica ma sicuramente non buona qualità, la lunghezza dei tavolini è veramente ridotta, sembrerebbe di 20 cm, quindi una volta aperti quei 20 cm, l'effetto leva è davvero pochissimo. Poi, come hai notato anche tu, il rapporto tra la grandezza delle cerniere e il peso che devono sostenere è a netto vantaggio della robustezza e durata.
Quei cassetti sono strutturalmente diversi. Secondo noi, mettendo delle cerniere simili (se esistono) è molto facile spaccare il legno con modeste pressioni.

L’unico aiuto che possiamo darti e consigliarti di leggere questo breve articolo https://magazine.geniuscamping.com/tavolo-giusto-per-il-camper-con-il-fai-da-te/ e usare le cerniere che ha usato chi ha creato questo tavolino per il suo camper dato che sembrano essere quelle che possono dare meno problemi sia come sporgenza che come sporco. Acquistale belle spesse e magari metti una cerniera in più se può servire. E usa legno duro e, come già saprai, viteria inox.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
oivluf
Nuovo


Registrato: 18/06/19 17:46
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer Giu 19, 2019 2:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per la risposta

Quelle che usa nel filmato sono le classiche cerniere a biscotto come alcune che ho postato.
Sembra che siano le uniche che abbiano qualche requisito richiesto anche se non la robustezza.

Quella cernira Lavora male, non sopporta carichi elevati (10 kg) la vite tende ad essere strappata, il legno a cedere. Richiede spessori maggiorati del legno per aumentare pure il braccio della leva .

Invece della vite parker si potrebbe mettere un bullone passante con testa liscia sul retro


o anche una contropiastrina a incasso/filo come la cerniera superiore. Meglio serrare ad attrito piuttosto che far lavorare a taglio.
Infatti i fori ortogonali al carico sono un invito alla rottura del legno come la foratura della carta igienica a strappo. In questo modo rompevano anche il marmo nelle cave...
Ho molti dubbi sul Q.I. dei progettisti che si copiano a vicenda senza capire quello che fanno.
Se avessi i mezzi me la modificherei io la cerniera....

Purtroppo non esiste nulla di migliore in commercio oppure tutti si accontentano.
Forse se ne trova qualcuna di dimensioni maggiori 140x60 x3 inox dal costo di 25 cadauna.

Comunque mi fa rabbia che esiste la soluzione, ma per tradizione e pigrizia mentale produttori e utilizzatori si cristalizzino sulla solita robaccia...tanto che ferrovia e fornitori abbiano fatto dei capitolati specifici non ricorrendo al mercato che ha prodotti non rispondenti.

D'altro canto mi sembra strano che un fornitore ricorra a progettarsi e fabbricarsi da se le cerniere invece di reperirle sul mercato. Mi sembra davvero atipica come soluzione.
Se quelle cerniere fossero realizzate da una fabbrica di cerniere perché non pubblicizzarle allora? Perché non ne esiste traccia???
Veramente strano.

Penso che rinuncio... o aspetto un incidente ferroviario?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amministratore
Nuovo


Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 361

MessaggioInviato: Mer Giu 19, 2019 7:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

QUello che dici è tuttu giusto. Probabilmente costruire delle cerniere del genere per la nautica ha un costo molto alto, oppure non si vuole fare sperimentazione in quel senso.
Probabilmente però qualcosa di diverso esiste ma è difficile da reperire, oppure se un cliente particolarmente esigente vuole qualcosa di diverso (penso ai mega yacht degli arabi) realizzano un oggetto completamente differente, con aperture elettriche magari o altri sistemi.

Il sistema di praticare dei fori passanti e inserire un bullone liscio esternamente (come le viti d'accoppiamento per i mobili) può essere un sistema migliore.

Resta il fatto che purtroppo sia lo spessore che la durezza del legno fanno davvero la sifferenza. Probabilmente è meglio non scendere sotto i 30 mm di spessore e stare lontani da pino e, ovviamente, abete.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Legno Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005