Pergola

Progettare e realizzare una pergola non richiede grandissime difficoltà, ma una delle cose fondamentali da tener presente è la sua sopportazione a due particolari carichi, quelli della neve e quelli del vento. Infatti la neve, soprattutto dopo un'abbondante nevicata, può raggiungere ragguardevoli spessori che vanno a premere su tutta la struttura, e questo va considerato. Inoltre il vento è un tipo di agente atmosferico poco considerato ma fondamentale per il quale creare una struttura che con un forte vento non venga sbalzata sulla casa o su persone causando ad ambedue gravi danni.

Quindi, il tetto deve sopportare dei potenziali carichi importanti (anche se nulla di esagerato), e l'intera struttura deve essere saldamente fissata a terra mediante le apposite staffe e bulloni con tasselli.
Se nel vostro caso la pergola è del tipo addossata o autoportante, si può anche aumentare un po' la pendenza tagliando i pali; in questo modo starete più sicuri in caso di neve.

Per l'acquisto è consigliabile acquistare le pergole in kit in cui è già tutto pronto, in quanto non dovrete impazzire per girare ferramenta o brico alla ricerca di viti, bulloni, staffe e altro. Inoltre i kit sono già forati e pronti per inserirvi i bulloni, anche se comunque si possono forare le travi dei tetti se avete particolari necessita di spazio o di posizionamento delle colonne portanti.

Nel caso di pergole installate su terrazze e balconi dove spesso è presento vento intenso, oltre alle apposite staffe a terra sarebbe opportuno installare delle barriere frangivento in modo da stressare il meno possibile la struttura ed evitare che all'interno del tetto possano salire folate di vento che tenderebbero sempre più a sollevarlo. Questo fenomeno è più "pericoloso" in caso di coperture leggere come quelle in policarbonato, PVC o ondulati.
Considerate anche Le barriere laterali aiuteranno a rinforzare ancora di più la struttura.

Una variante di fissaggio utile a non forare il pavimento è quella di fissare l'apposita staffa solo sulla colonna di legno, e successivamente appesantire la staffa con dei vasi. Magari ogni staffa può essere collegata all'altra tramite dei legni piatti sui quali posare vasi, anfore, o altri oggetti pesanti.

Per montare le pergole sono sufficienti viti (di pochissime misure), bulloni, e piccoli ferri a "L" necessari a tenere fermi i pannelli o le travi del tetto.

Analizziamo ora gli elementi importanti che caratterizzano le pergole:

  • coperture per pergolati: realizzate con tende a falde in tessuto, in telaio PVC e resistenti a forti sbalzi di temperature. Tali strutture riducono la trasmissione della luce e del calore.
  • chiusure laterali per pergole: adatte a trasformare il pergolato in un luogo abitabile, proteggendolo dal vento, dalla pioggia e dalla polvere.
  • sistemi di scarico dell'acqua piovana: insieme di pendenze e canali che fanno confluire l'acqua nelle grondaie per poi scendere attraverso le gambe della pergola.
  • illuminazione: sistemi integrati e preassemplati a led, ad energia solare o a risparmio energetico;
  • motorizzazione e automatizzazione: sistemi che permettono di avvolgere o stendere i teli di copertura attraverso comandi manuali, telecomandi, o con appositi sensori per sole e vento.

Concludiamo l'argomento elencando alcune differenti tipologie di pergole ad isola, bioclimatiche e addossate:

  • pergole addossate: sono delle strutture appoggiate ad una parete, possono essere monomodulo o plurimodulo in base al fatto che siano sostenute da due o più gambe. Il telaio è in genere realizzato in PVC. Ecco alcuni esempi di pergolati addossati con relative protezioni.
  • pergole ad isola: strutture indipendenti, ossia non appoggiate ad una parete, realizzate in genere in PVC con l'ausilio di materiali oscuranti e anti UV. Le coperture possono essere di diversi materiali e stili.
  • pergole bioclimatiche: adatte a sopportare varie condizioni climatiche e composte da lame orientabili che, ruotando, permettono di avere un flusso d'aria costante ed una illuminazione adeguata. Le lame hanno in genere una coibentazione interna in poliestirene espanso che riduce il rumore insonorizzando l'impatto della pioggia. Le pergole bioclimatiche sono modulari.
Ti è piaciuto l'articolo? Clicca sul pulsante Mi piace, grazie!

Condividi anche su:

forum bricolage Hai un problema? Chiedi aiuto nel forum di bricolage online .

SPONSOR

Volete pubblicizzare il vostro negozio online?

Bricolage Online mette a disposizione spazi web per inserire recensioni e/o articoli pubblicitari originali di utensili e attrezzature destinati al mondo del bricolage e del fai da te.

Si valutano anche attività di diversa destinazione merceologica.

Gli interessati possono contattarci senza impegno per ricevere tutte le informazioni che desiderano.

SPONSOR

Volete pubblicizzare il vostro negozio online?

Bricolage Online mette a disposizione spazi web per inserire recensioni e/o articoli pubblicitari originali di utensili e attrezzature destinati al mondo del bricolage e del fai da te.

Si valutano anche attività di diversa destinazione merceologica.

Gli interessati possono contattarci senza impegno per ricevere tutte le informazioni che desiderano.